Cimitero delle fontanelle

Storia

Luogo suggestivo quanto inquietante. L’origine del Cimitero delle Fontanelle è legato alle disgrazie del popolo napoletano, infatti sono pervenuti scheletri di persone decedute per le gravi epidemie di peste e di colera che colpirono la città dal XII secolo in poi. Il nome deriva dalla presenza di sorgenti d’acqua situate in questo posto nell’antichità.

Il cimitero è un covo di scheletri e teschi con le proprie leggende, i propri miti e le proprie storie surreali. Il percorso è caratterizzato da un’infinità di resti di uomini privi di identità, tranne che per quelli conservati nelle teche. I due corpi distinti e preservati in maniera particolare, rispetto agli altri, sono quelli del conte Filippo Carafa e della moglie Margherita. Dietro la figura della contessa Margherita si nasconde una leggenda dovuta alla posizione mummificata ed all’espressione del proprio volto. Infatti si narra che la nobildonna sia morta affogata a causa di uno gnocco.

Orari

Tutti i giorni

Dalle 9:30 alle 14:30

Info

Prezzi

Intero

€ No

Gratuita

Si

Per tutti

Tips

La sua particolarità non è in ciò che vedi, ma nelle sue storie, aneddoti e curiosità. Fai la tua visita con una guida!

Come arrivare

Indirizzo

Via Fontanelle, 80, 80136 Napoli NA

Mezzi pubblici

Da piazza Garibaldi prendere metro Linea 1 e scendere a Materdei, poi 9 minuti a piedi.

Da Aeroporto di Napoli prendere Alibus e scendere a fermata Piazza Garibaldi, poi prendere metro Linea 1 e scendere a Materdei, poi 9 minuti a piedi.

Ti diamo il benvenuto su MyTripToNaples