Palazzo dello Spagnolo

Storia

Il palazzo dello spagnolo venne eretto nel 1738. La realizzazione della monumentale scala a doppia rampa, definita ad “ali di falco”, fu pensata come una sorta di luogo di incontro, in cui avveniva una vera e propria vita sociale. Frequenti erano le visite di Carlo III di Borbone, che nel palazzo cambiava i cavalli per prendere dei bovi, unici animali capaci di portarlo fino a Capodimonte lungo la ripida via Vergini.

Sul finire del secolo venne acquistato da un nobile di Spagna, Tommaso Atienza, il cui soprannome lo Spagnolo è il motivo per cui il palazzo si chiama oggi in tale modo. Il palazzo è forse il più pregevole esempio di architettura civile in stile barocco napoletano, grazie soprattutto alla imponenza esemplare della scala principale a doppia rampa, che costituisce la facciata interna dell’edificio, nonché caratteristica architettonica principale del barocco napoletano.

Come arrivare

Indirizzo

Via Vergini, 80137 Napoli NA

Mezzi pubblici

Da piazza Garibaldi prendere metro Linea 2 e scendere a Piazza Cavour, poi 3 minuti a piedi.

Da Aeroporto di Napoli prendere Alibus e scendere a fermata Piazza Garibaldi, poi prendere metro Linea 2 e scendere a Piazza Cavour, poi 3 minuti a piedi.

Ti diamo il benvenuto su MyTripToNaples