Hotel Vesuvio

Descrizione

Sin dal 1882 il Grand Hotel Vesuvio è la casa napoletana dei viaggiatori e delle celebrità di tutto il mondo. Nel cuore della città, unico 5 Stelle Lusso sul lungomare di Napoli, l’albergo dispone di 160 camere con 21 suite, due ristoranti panoramici, fitness club con piscina coperta, saloni per eventi, bar, servizio d’imbarcazione privata, servizio Audi con autista, garage.
L’attenzione ai dettagli e l’antica tradizione di ospitalità di questo storico albergo fondono piacevolmente l’atmosfera ricca di storia ed i comfort più sofisticati.

La fine dell’Ottocento vide profonde trasformazioni della fisionomia urbana della città. Il Governo attuò un piano di risanamento dei quartieri più degradati di Napoli e la creazione ex novo del lungomare. In questa stimolante atmosfera di rinnovamento, un finanziere belga, Oscar du Mesnil, a Napoli con la moglie, rimase affascinato dalla città e decise di costruire sul nuovo lungomare un albergo all’altezza della bellezza del luogo. Nasce così nel 1882 il “Grand Hôtel du Vesuve”.

È un albergo all’insegna del lusso e della raffinatezza che diventa subito la meta dei turisti internazionali che all’epoca giungevano a Napoli. Due anni dopo l’inaugurazione, l’albergo ospita la Regina Victoria di Svezia ed il suo medico personale, Axel Munthe, scrittore già affermato. Nel 1885 fu ospite dell’albergo Guy de Maupassant. Il grande scrittore francese descrisse a tinte forti il suo impatto con la città: “La popolazione gesticola, il modo di guidare è sempre piuttosto agitato: questa popolazione che rende così gaia ed unica questa città! Donne e ragazze dai vestiti rosa e verdi, col petto avvolto da scialli rossi, azzurri o di altri vivaci colori, gettano lungo il molo un richiamo ai passanti, offrendogli frutti di mare di ogni sorta, bibite e frutta, agitandosi, alzando le braccia e il viso verso l’alto e decantando la qualità della loro mercanzia in modo semplice e colloquiale”.

La tradizione dei grandi ospiti del Vesuvio continua con nomi di spicco come Oscar Wilde, Gabriele D’Annunzio, Enrico Caruso che definì il Vesuvio la sua “casa napoletana”. Gli anni della II Guerra Mondiale segnarono una battuta d’arresto sino alla distruzione durante i bombardamenti. L’albergo fu ricostruito interamente impiegando le maestranze per oltre due anni; l’edificio assunse l’attuale fisionomia guadagnando due nuovi piani. L’inaugurazione avvenne il 26 aprile 1950 e da allora il Vesuvio ha ripreso il suo posto di prestigio. La prima firma illustre di questo nuovo periodo è quella del Presidente Einaudi e sua moglie, poi ancora Ranieri di Monaco e Grace Kelly, Re Gustavo di Svezia, Rita Haywort, Errol Flynn, Gina Lollobrigida, il premio Nobel Rita Levi Montalcini e tanti altri che hanno consacrato la fama del Grand Hotel Vesuvio a livello internazionale.

Per concludere questa berve storia degli ospiti del Vesuvio non si può non parlare del summit del G7 nel ’94. L’Hotel ha avuto il privilegio di ospitare le delegazioni della Casa Bianca, dell’Eliseo e Palazzo Chigi. Per l’occasione e per soddisfare le esigenze dei Presidenti, fu necessario dare fondo alla eccezionale e collaudata esperienza professionale di tutto il personale dell’albergo. E dal magico momento del G7, che tanto ha contribuito alla rinascita turistica della città, non c’è giorno che il Grand Hotel Vesuvio non abbia il privilegio di ospitare i Protagonisti dei nostri tempi.

Prezzi

A partire da € 380

0
Rated 0 out of 5

Contatti

Numero

E-mail

Sito

Come arrivare

Indirizzo

Via Partenope, 45

0
Rated 0 out of 5
0 su 5 stelle (basate su 0 recensioni)

Non ci sono ancora recensioni. Sii il primo a scriverne una.

Ti diamo il benvenuto su MyTripToNaples