Chiesa di Santa Chiara

Storia

La più grande chiesa gotica che caratterizza la città di Napoli è nei pressi di Piazza del Gesù Nuovo ed è la Chiesa di Santa Chiara. La chiesa fu costruita nel 1310 su commissione del re Roberto D’Angiò. Il complesso originariamente comprendeva il monastero delle clarisse ed il convento dei frati francescani. Successivamente alla Controriforma molte chiese napoletane furono rivestite da decorazioni in stile barocco, tra queste anche Santa Chiara ebbe la stessa sorte: l’interno fu ricoperto da sfarzose decorazioni in oro, marmi policromi e stucchi. Durante la seconda guerra mondiale la chiesa fu distrutta da un bombardamento ed in seguito ricostruita e restaurata secondo l’originario stile gotico.

Attualmente è possibile passeggiare tra i viottoli del monastero che si presenta in stile gotico. L’ingresso è caratterizzato da un enorme chiostro ed un giardino quadripartito che hanno subito numerose variazioni nel tempo. All’interno del complesso ci sono perfino il Museo dell’Opera e l’area archeologica in cui si trovano i resti di uno stabilimento termale romano, scoperto durante i restauri del dopoguerra. Visitando il monastero ci si può imbattere anche nel chiostro minore e nelle sale dell’antico convento tra cui il refettorio e le antiche cucine che consentono di immedesimarsi a pieno nel quotidiano dei frati francescani del medioevo.

È possibile visitare la chiesa ad ogni ora del giorno poiché il centro storico della città di Napoli non si spegne mai, è sempre vivo e ricco di allegria e di folklore. Impossibile non entrare in questa chiesa in quanto si mostra imponente al pubblico che passeggia tra i vicoli della città. La sua maestosità e grandezza toglie il fiato e suscita curiosità in chiunque si trovi nei dintorni.

Si racconta che nella basilica sia ancora presente il fantasma di Sancha, moglie di Roberto D’Angiò, sepolta nella chiesa. La sua anima passeggia inquieta, incappucciata, in lacrime ed a mani giunte in preghiera. Nessuno è mai riuscito a raccontare i dettagli del suo volto perché chiunque abbia incrociato il suo sguardo ed interrotto la sua preghiera ha immediatamente incontrato la morte.

Orari

Dal lunedi al sabato

Dalle 9:30 alle 7:30

Domenica

Dalle 10:00 alle 14:00

Info

Prezzi

Gratuita

Si

Per tutti

Tips

Visita il Complesso dopo pranzo: non troverai molte persone e potrai rilassarti e recuperare energie nella parte più pesante della giornata.

Nei pressi della chiesa ci sono molteplici bar e localini da frequentare soprattutto di sera perché, oltre alle specialità che li caratterizzano, si animano e si ravvivano con ottima musica. Inoltre percorrendo la strada di fronte Santa Chiara, chiamata anche strada della musica per la presenza di numerosi negozi di strumenti musicali, è possibile arrivare a Piazza Bellini, uno dei centri della movida napoletana.

Come arrivare

Indirizzo

Via Santa Chiara, 49/C, 80134 Napoli NA

Mezzi pubblici

Da Piazza Garibaldi prendere metro Linea 1 e scendere alla fermata Università. Poi 10 minuti a piedi.

Da Aeroporto di Napoli prendere Alibus e scendere a fermata Piazza Garibaldi. Prendere metro Linea 1 e scendere alla fermata Università. Poi 10 minuti a piedi.

Ti diamo il benvenuto su MyTripToNaples