Parco Archeologico del Pausilypon

Storia

Il parco archeologico-ambientale di Posillipo o del Pausilypon è un’area archeologica aperta nel 2009. L’accesso al Parco ai visitatori è da discesa Coroglio 36, attraverso l’imponente Grotta di Seiano. Il parco offre numerose testimonianze archeologiche nonché naturalistiche e paesaggistiche trovandosi in uno dei luoghi più belli della città, ovvero lungo la costa di Posillipo. Tra i reperti più importanti vi sono la grotta di Seiano, il parco sommerso di Gaiola, la villa imperiale di Pausilypon, il teatro dell’Odeon ed il palazzo degli Spiriti.

La grotta di Seiano



La grotta di Seiano è un traforo lungo 770 m, scavato in epoca romana nella pietra tufacea della collina di Posillipo, che congiunge la piana di Bagnoli (via Coroglio) con il vallone della Gaiola, passando per la baia di Trentaremi. Deve il nome a Lucio Elio Seiano, prefetto di Tiberio, che secondo la tradizione nel I secolo d.C ne commissionò l’allargamento e la sistemazione; il primo traforo era stato realizzato per collegare la villa di Publio Vedio Pollione e le altre ville patrizie di Pausilypon ai porti di Puteoli e Cumae.

Caduta in disuso e dimenticata nel corso dei secoli, fu rinvenuta casualmente durante i lavori per una nuova strada nel 1841 e subito riportata alla luce e resa percorribile per volontà di Ferdinando II di Borbone, diventando meta di turisti. Nel corso della Seconda guerra mondiale fu utilizzata come rifugio antiaereo per gli abitanti di Bagnoli.

La villa imperiale di Pausilypon



Attraverso l’imponente grotta di Seiano si accede al complesso archeologico-ambientale che racchiude parte delle antiche vestigia della villa del Pausilypon. La Villa Imperiale, detta anche Villa di Pollione, fu fatta erigere nel I secolo a.C. e grazie alla sua posizione molto ambita divenne dunque residenza imperiale di Augusto, e di tutti i suoi successori.

Il teatro



Qui, nell’incanto di uno dei paesaggi più affascinanti del Golfo, è possibile ammirare i resti dell’imponente teatro capace di 2000 posti, dell’Odeon e di alcune sale di rappresentanza della villa le cui strutture marittime fanno oggi parte del limitrofo Parco sommerso di Gaiola, su cui si affacciano i belvedere a picco sul mare del Pausilypon.

Orari

Sabato e Domenica

Dalle 9:30 alle 17:00

Visita guidata alle ore 10:00, 12:00, 15:30 e 17:00

Info

Prezzi

Intero

€ 6,00

Ridotto

€ 3,50

Dai 7 ai 12 anni

Gratuita

Si

Fino a 6 anni

Il palazzo degli Spiriti



Il palazzo degli Spiriti (o villa degli Spiriti) è un complesso archeologico che insiste lungo la costa di Posillipo, nei pressi di Marechiaro. Fu costruito nel I secolo a.C. ed era appartenuto ad un ninfeo alle dipendenze della villa del ricco liberto romano Publio Vedio Pollione (ovvero la villa imperiale di Pausilypon).

Il parco sommerso di Gaiola



Le escursioni in mare consentono di ammirare i resti della villa imperiale sommersi nonché l’ambiente naturale marino-costiero ricco e variegato. Il parco sommerso della Gaiola viene dichiarata area marina protetta con decreto interministeriale del 2002.

Come arrivare

Indirizzo

Discesa Coroglio, 36, 80123 Napoli NA

Mezzi pubblici

Da piazza Garibaldi prendere metro Linea 2 e scendere a Cavalleggeri Aosta, poi prendere il bus C1 e scendere a Discesa Coroglio.

Da Aeroporto di Napoli prendere Alibus e scendere a Piazza Garibaldi, poi prendere Linea 2 e scendere a Cavalleggeri Aosta, poi prendere il bus C1 e scendere a Discesa Coroglio.

Ti diamo il benvenuto su MyTripToNaples